Kongouli si fa parare il rigore del possibile vantaggio e nella ripresa la Juventus passa con Franssi.

JUVENTUS 1

AGSM VERONA 0

Rete: St. 5′ Franssi

775070304_DB_5128_FE48FF026A12A9C85C2E26FD16ABE309 (1)Juventus: Giuliani, Hyrymen, Galli, Zelem (19′ st. Caruso), Franssi (30′ st. Cantore), Bonansea, Boattin, Lenzini, Glionna, Isaksen Landvik (9′ st. Rosucci), Salvai.
A disposizione: Russo, Franco, Rosucci, Cantore, Panzeri, Sodini, Caruso.
Allenatore: Rita Guarino.

Agsm Verona: Lemey, Lipman, Soffia, Hill, Bardin, Thorvaldsdottir, Kongouli (39′ st. Giubilato), Fishley, Nichele, Ambrosi (1′ st. Peare), Asgrimsdottir.
A disposizione: Buhigas, Pasini, Giubilato, Poli, Peare.
Allenatore: Renato Longega.

Arbitro: Kevin Bonacina di Bergamo.
Assistenti: Andrei Vernica di Collegno e Gabriele Spina di Chivasso.
Note: Terreno in erba artificiale, spettatori oltre 600. Serata piovigginosa. Ammonita Giuliani. Recupero 1+3. Rigore parato a Kongouli al 40′ pt.

Vinovo.
Juventus Women v ASG Verona WomenTrasferta proibitiva per le ragazze dell’Agsm Verona che scendono in campo in posticipo pre-serale nel feudo bianconero di Vinovo per affrontare la corazzata Juventus, capolista a punteggio pieno dopo quattro giornate.
Mister Longega deve rinunciare all’infortunata Shauna Peare. Nutrito peraltro in tribuna il gruppo delle gialloblù in attesa di espletare le pratiche burocratiche e potersi tesserare con il club veronese.
Nella Juve in campo le ex Galli, Boattin e Salvai.
La prima opportunità per le bianconere arriva su calcio piazzato con Zelem che chiama Lemey alla deviazione in angolo.
Hill chiude in angolo sulla palla di Glionna con Lemey fuori causa.
Dopo un primo quarto d’ora di marca Juventina il Verona alza il proprio baricentro proponendosi in avanti.
Juve in avanti al 27′ con Bonansea ma il gioco è fermo per un precedente fallo delle bianconere.
Al 38′ Giuliani frana addosso a Caterina Ambrosi. Il direttore di gara non ha dubbi ed indica il dischetto del rigore.
Kongouli si fa ipnotizzare dal portiere bianconero che respinge il tiro dagli undici metri.
Oltre al danno la beffa per le gialloblù, con Ambrosi che rimane a bordo campo per il colpo subito  e il Verona che disputa gli ultimi minuti della prima frazione in inferiorità numerica nella speranza di poter recuperare il difensore scaligero.
Juventus Women v ASG Verona WomenAmbrosi non ce la fa e viene sostituita nell’intervallo da Peare che entra in campo stringendo i denti.
L’avvio della seconda frazione è equilibrato ma la Juventus ha una fiammata e passa in vantaggio al 5′: Franssi riceve un assist dalla destra e insacca con una conclusione diagonale sul secondo palo.
Le gialloblù provano ad alzarsi senza tuttavia riuscire a rendersi pericolose, e allora ci prova la Juve al 17′ con Bonansea che si fa deviare in angolo la conclusione da Asgrimsdottir.
Alla mezz’ora Thorsvaldsdottir spreca una punizione da posizione invitante calciando debolmente.
Sul fronte Juventino la neo entrata Caruso gira di prima intenzione con sfera sopra la traversa.
L’Agsm Verona chiude in avanti ma non riesce a raddrizzare la partita che la Juventus si aggiudica di misura.
Sabato prossimo le scaligere torneranno tra le mura amiche di via Sogare per un’altro match insidioso: arriva l’Atalanta Mozzanica.

Foto Daniele Badolato – Juventus FC