Ospite della trasmissione di Telenuovo “Giualloblù Live”, il tecnico scaligero Renato Longega parla a tutto campo del suo Verona, delle difficoltà incontrate nelle prima parte della stagione delle prospettive. Incalzato dalle domande del conduttore Gianluca Vighini mister Longega svela anche alcune notizie in anteprima come l’imminente arrivo di tre straniere di alto livello per un Agsm Verona che vuole tornare ad interpretare un ruolo da protagonista nel calcio femminile nazionale.
Queste le principali dichiarazioni rilasciate dall’allenatore gialloblù:
<Questo per noi questo è un campionato di rifondazione. Indubbiamente l’ingresso repentino di club professionistici come la Juventus ci ha colto impreparati. Abbiamo fatto mercato in ritardo e non è stato facile presentare da subito una squadra competitiva ai massimi livelli.
Adesso abbiamo la fortuna di avere alle spalle un vertice societario ed una forza economica che ci possono permettere di andare sul mercato e muoverci per rinforzare e completare la squadra. 
Il nostro campionato inizierà da gennaio. Dalla ripresa degli allenamenti inizieremo a capire chi può esserci utile per il futuro e chi meno.
Noi vogliamo tornare a costruire qualcosa di importante. Siamo il club di serie A che ha vinto di più in passato e vogliamo mantenere ancora per diversi anni questo scettro, tornando a lottare per obiettivi importanti.
Nella squadra Primavera e anche in prima squadra abbiamo alcune tra le giovani più interessanti dell’intero panorama nazionale. Quello della squadra Primavera per noi dovrà rappresentare un serbatoio importante che ci può garantire un futuro certo. A queste atlete di talento e prospettiva si dovranno aggiungere giocatrici di livello ed esperienza internazionale. Lo stiamo già facendo e con la ripresa della preparazione a gennaio saranno a disposizione tre straniere di qualità che speriamo possano scendere in campo subito.
Non vogliamo rischiare e siamo fermamente convinti, staff e squadra, di poter risalire la classifica esprimendo le qualità anche importanti che le nostre atlete hanno>.